Il metodo Vector® permette il trattamento non chirurgico della malattia parodontale, ma non solo, utilizzando una tecnica ultrasonica microinvasiva, chiamata in fisica “cavitazione ultrasonora”.

Nella tasca parodontale l’onda d’urto prodotta dalla cavitazione ultrasonora dell’acqua e idrossiapatite è in grado di rimuovere e disgregare i biofilm, la placca batterica ed il tartaro sottogengivale, senza danneggiare le strutture dentali.

L’energia a ultrasuoni viene deviata in direzione lineare, parallelamente rispetto alla superficie radicolare. Vengono eliminati movimenti oscillatori incontrollati e vibrazioni meccaniche, nonché l’oscillazione propria con conseguente sviluppo di calore. Non sono necessari elevati quantitativi di acqua di raffreddamento e l’acqua addotta non viene spruzzata come aerosol.

Vuoi avere maggiori informazioni?

Compila il form

* campi obbligatori